Spinoza (e tre)

Vi aspetto tutti!

L’uccellino mi ha detto che dopo la presentazione del nuovo Spinoza, presso la stand Aliberti ci sarà la festa de “Il Male” con Vauro e Vincino e tutti noi dello staff.

Vauro firmerà le copie di Vade Retro e Vincino parlerà un sacco dei bei tempi andati.

Noialtri saremo quelli con il bicchiere in mano.

A domani (se non mi chiederete un autografo vi spaccherò il bicchiere in testa)

Marissa.

Vade Retro!

 

Vi aspetto questa sera alle ore 18:00 presso la

“Libreria Arion

Palazzo delle Esposizioni

Via Milano 15 – Roma”

per la presentazione del nuovo libro della cricca di Spinoza 🙂

Noi lo abbiamo scritto, Vauro lo ha disegnato e se lo comprerete entro Natale, sarete scomunicati da un autorità religiosa a vostra scelta.

Vi aspetto lì.

Ci riconoscerete perché siamo i più belli.

Tati

Fall in love again, and again, and again.

Milano, interno giorno.

Una ragazza si fa la doccia fischiettando e imprecando mentre si depila con le nuove fantastiche e veramente rosa lamette comprate poco prima alla Coop, mentre un’altra ragazza scrive sul Mac con i bigodini in testa.

Nel forno deliziosi saccottini di pastasfoglia ripieni di mozzarella e pancetta a dadolini stanno cuocendo allegramente mentre due grossi gatti si strusciano su qualsiasi cosa incontrino.

Di là, letto sfatto, tacchi alti, vestiti ovunque e un pianoforte.

Sembra l’inizio di un soft porno, mi rendo conto, invece siamo solo Valentina ed io che ci prepariamo per andare alla Blogfest.

Forse andremo alla Blogfest, perché nel frattempo la Vale si è tagliata con la lametta di cui sopra dando vita al mio incubo peggiore. Sangue rosso che gocciola dentro il candido piatto della doccia.

Aiuto.

Questa qui vuole ammazzarmi anche se continua a dirmi di non guardare.

Comunque dicevamo, lei è candidata perché la grafica del suo blog è bellissima, io vado un po’ a fare la figa con la cricca di Spinoza e siamo felici perché sappiamo già che trascorreremo due giorni belli belli.

(lei dice di essere depressa ed è ovvio che lo sia. Non mi vedeva da un mese, adesso le è già passata ora devo solo impossessarmi del suo telefono e fregarle un numero e poi la depressione le passerà PER SEMPRE).

Ma non divaghiamo.

Se vi va, ci vediamo lì.

(non postiamo foto perché vi vogliamo bene ed io pubblico al volo mentre lei si trucca altrimenti mi ammazza).

T.

A volte ritornano

Alcuni non possono più fare a meno di noi.

Altri ci insultano pesantemente.

Molti storcono il naso davanti alle nostre battute.

Probabilmente non le hanno capite.

Molte volte ci dicono che “abbiamo esagerato” che “la satira DEVE avere dei confini, che ci vuole più rispetto per i morti (a meno che non si chiamino OSAMA BIN LADEN perché in quel caso si può anche infierire)

Insomma, c’è chi ci ama e chi ci odia, chi ci critica e chi, ahimé, ci invidia.

Una cosa è certa, che come l’erba cattiva non moriamo mai.

Infatti siamo tornati.

Con altre 2.500 battute (moltissimi inediti) che ci faranno amare, idolatrare, odiare, criticare e ahimé.

Invidiare.

Spinoza is back e stavolta una risata vi diseppellirà.

Vi aspettiamo per la presentazione ufficiale al

SALONE DEL LIBRO – TORINO 2011

Via Nizza 280 – Torino (TO)

Per tutti i dettagli su come trovarci all’interno del salone, per la presentazione (prima) e per i bagordi (dopo) andate qui .

Vi aspetto lì 🙂

A sabato!

T.

Volevo

Volevo iniziare un libro di Dickens. E invece ne ho iniziato uno di Roth.

Volevo ascoltare i Beatles e invece sto ascoltando musica random.

Volevo finire di scrivere le mie osservazioni su Hereafter e invece scrivo battute su Spinoza perché non ho più l’ispirazione che avevo stanotte quando, nel mio letto, ho chiuso gli occhi, ho immaginato di raccontare il film ad una persona ed ho sfornato la recensione del secolo. Dannazione.

Volevo guardare The Big Bang Theory ed invece c’è un capolavoro sulla TV. E non su quella a pagamento. Anche se Big Fish lo avrei rivisto volentieri.

Volevo andare a dormire presto. Ma il film finirà alle due passate.

Volevo mandarti un sms. Invece ho spento il telefono e l’ho scaraventato dall’altra parte della stanza.

Perché non si sa mai.

Poi dalla mia libreria Itunes è partita questa.

E allora scusate ma di che cosa stiamo parlando?

Ancora stiamo parlando?

Addio a tutto. Ai libri, ai film alle battute e ai telefilm.

Addio a tutto tranne che a te.

Ma tanto quel cellulare è lontanissimo.

Non riesco nemmeno a vederlo da qui.

 

 

 

 

 

27.05.2010

E’ domani.

Segnatevelo.

Esce Spinoza – Un libro serissimo

Edito da Aliberti Editore

Prefazione di Marco Travaglio.

12 euro spesi benissimo.

Un’ottima cura contro la depressione post Lost.

In fondo c’è anche la mia bellissima minibiografia.

Non è stato possibile fare ringraziamenti personalizzati e comunque non sono tipa da fare mere liste di nomi che non servono ad un cazzo.

Però se mi mandate una foto con il libro in mano vi ringrazierò. Tantissimo.

15 minuti

Avevo perso le speranze.

Ed invece no. Finalmente sono arrivati. Grazie a lui

Eh già.

Perchè il 15 Maggio ho avuto la fortuna e l’onore di partecipare insieme a (quasi) tutti gli altri alfieri alla presentazione di “Spinoza. Un libro serissimo”. Cioè “Il libro più sgradito al Governo. Dopo la Costituzione”.

Dal 27 Maggio lo troverete in tutte le librerie. Compratelo. Perchè un libro che fa ridere. Ma con intelligenza e arguzia.

Oltre duemila battute al vetriolo scritte da un sacco di gente che sapevo geniale e che scopro speciale.

E a cui sento il bisogno di dire “Grazie”.

Grazie per avermi portato all’ostensione più bella e dissacrante che una fanciulla potesse desiderare.

Innanzitutto grazie a Chiara.

Perchè quando le ho detto “ci iscriviamo al forum di Spinoza?” stava già scegliendo il nick.

E grazie a Lia. Perchè è una mamma speciale. Ed un’amica fantastica. E volerle bene è come annusare una margherita.

Finite le donne, finiti i ringraziamenti ad personam.

Grazie a tutti però.

Grazie per la vostra intelligenza tagliente, per la vostra sagacia, per la vostra spregiudicatezza verbale.

Grazie per le risate, le battute, le annozerate, grazie per le chat notturne, per Tetris, per Caino e Abele, grazie per le colazioni luculliane, per le sistemazioni notturne improvvisate per gli abbracci fortissimi e per per tutto e di tutto e di più. Grazie di pensare che io sia matta. Grazie perché a causa vostra non mi sento più poi così tanto anormale, o meglio. Mi sento in ottima compagnia,

Polonia! Sempre!

Dovrei ringraziarvi uno ad uno. Ma

(Ma soprattutto grazie a Alessandra che ha documentato i miei 15 minuti di fama. Ti ringrazia soprattutto la mia mamma)

(Grazie anche a L.C. che ha scritto la mia minibiografia dipingendomi perfettamente in tre minuti e 3 righe. Ti voglio bene baby. Un botto.)

Un libro serissimo. Yeah!

Sulle pagine di questo blog sfigato, avete assistito ad uno spam selvaggio nei confronti di una marea di gente.

Musicisti, fancazzisti, sedicenti scrittori, battutisti, barzellettieri, giostrai, nani, ballerine tric e trac e bombe a mano.

Oggi per la prima volta credo, lo spam è tutto mio.

Anzi nostro.

Perchè la banda di Spinoza di cui orgogliosamente faccio parte ha dato vita ad un libro, edito da Aliberti, pieno zeppo di battute satiriche, cattive, divertenti, assolutamente non politically correct molte delle quali assolutamente inedite che faranno incazzare molto un sacco di gente. Molto.

Molto.

Il libro verrà presentato al Salone Internazionale del Libro di Torino il 15 Maggio 2010 alle ore 18:00 circa. Accorrete numerosi. Ci troverete facilmente saremo quelli che fanno un casino monumentale.

Dopotutto è l’ora dell’aperitivo 😉

Dimenticavo: la prefazione ce l’ha offerta uno spinoziano d’adozione, il Sig. Marco Travaglio che spero di conoscere sabato. Per una  ragione essenziale. Ho promesso a mia nonna (la più grande antiberlusconiana che io abbia mai conosciuto) una foto che ci ritrae assieme.

Non vede l’ora di appenderla sopra il caminetto per fare la figa con le sue amiche.

Vi aspetto tutti.

(Per informazioni più sensate leggete qui e qui)

Spinoza Cafè

Avete presente

Spinoza?

No? Uscite subito dal mio blog.

Perchè se non conoscete il miglior Blog del 2009 siete proprio matti come il cavallo pazzo.

Vabbeh dai. Rimanete e cliccateci su. Vi innamorerete. O ci odierete.

Se quello che leggete vi piace, fatevi un giretto anche nel nostro retrobottega, ovvero

Spinoza Cafè.

Un sacco di spinozini brillanti e spumeggianti son lì con il loro blog. Persone straordinarie che nel corso dei mesi sono diventate amici. E che hanno blog spettacolari in cui si parla di tutto con sagacia e sentimentalismo. E si ride e si ascolta musica e si prende per il culo Gasparri.

Che volete di più dalla vita?

(Quanto a me sto latitando. Ho duemila post in canna e non ne pubblico nessuno perchè fanno cagare. Sono in una fase di anoressia creativa, umore strano e scazzo. Dunque depongo la penna metaforica penna d’oca per un po’.

Magari tra mezz’ora avrò qualcosa di importantissimo da dirvi eh. Io cambio idea in continuazione si sa. Per ora ciao. Ferie. Ci si becca nei vari postacci per dementi. O su Spinoza appunto. Ma non vi lascio senza una canzone. Yeah)

Spapapapam

Spammo per tutti 🙂

Eccimancherebbe 🙂

Quindi oggi voglio fare una marchettona per me o meglio per due siti a cui ho il grandissimo onore di collaborare.

Uno è Spinoza

Spinoza è un sito di satira, affollato da gente strana, diversa, folle e simpatica. Gente che ha un cervello che gira molto velocemente. E che pensa che internet sia un mezzo fondamentale per far sì che la liberà di critica non ci sia sottratta completamente. Perchè sta accadendo eh. E questa è la peggior dittatura che si possa immaginare perchè è la più subdola.

Spinoza è in lizza per un premio. Quindi se mi volete bene e avete a cuore questo paese sgarrupato votateci qui.

Grazieeeeeeeeeeeeee :)))

(ah e già che ci siete, una cliccata regalatela anche a Roundhouse Kicks! Cosa c’entro io con questo sito? Nulla. Se non fosse che i titolari sopportano la mia follia ogni singolo giorno :P)

Marchetta n. 2

Con 3 amichette abbiamo messo su un blogghetto divertente. Slotmascin. Dove troverete le chiavi di ricerca più assurde in assoluto. E  vi renderete conto che la gente che vi circonda è proprio fuori di melone completamente. Oggi per la prima volta, qualcuno ha parlato di noi 🙂 E non sto parlando di siti di amici, che pure ringraziamo perchè wubbiamo tantissimo, bensì di un blog a noi sconosciuto. Ma che da oggi amiamo molto.

Grazie 🙂 a Schiaccianoci’s WeBlog.

Votate Spinoza. Mandatevi le vostre chiavi di ricerca più pazze.

E spammate. 🙂