Volevo

Volevo iniziare un libro di Dickens. E invece ne ho iniziato uno di Roth.

Volevo ascoltare i Beatles e invece sto ascoltando musica random.

Volevo finire di scrivere le mie osservazioni su Hereafter e invece scrivo battute su Spinoza perché non ho più l’ispirazione che avevo stanotte quando, nel mio letto, ho chiuso gli occhi, ho immaginato di raccontare il film ad una persona ed ho sfornato la recensione del secolo. Dannazione.

Volevo guardare The Big Bang Theory ed invece c’è un capolavoro sulla TV. E non su quella a pagamento. Anche se Big Fish lo avrei rivisto volentieri.

Volevo andare a dormire presto. Ma il film finirà alle due passate.

Volevo mandarti un sms. Invece ho spento il telefono e l’ho scaraventato dall’altra parte della stanza.

Perché non si sa mai.

Poi dalla mia libreria Itunes è partita questa.

E allora scusate ma di che cosa stiamo parlando?

Ancora stiamo parlando?

Addio a tutto. Ai libri, ai film alle battute e ai telefilm.

Addio a tutto tranne che a te.

Ma tanto quel cellulare è lontanissimo.

Non riesco nemmeno a vederlo da qui.

 

 

 

 

 

Annunci

Librilibrilibri

300920091169

Shopping odierno.

Il Trono di Spade lo leggo per Cà. E per dimostrarvi che si, sono una snob. Ma lo sono con cognizione di causa. E cmq ho letto due pagine e so già che adorerò un cert tizio che non ricordo come si chiami 🙂

Orgoglio e Pregiudizio lo leggo per Bì. Perchè una seconda possibilità non la si nega a nessuno. E nessun “mai più” è definitivo. MAI.  Tranne uno per me. E chi ha capito sta già ridendo.

Infine Il Teatro di Sabbath lo leggo per me. Perchè Roth è un Dio. E le sue “parole mischiate” mi fanno impazzire sempre.

Enjoy 🙂 (A me)

Un nome un destino.

Sto leggendo questo capolavoro qui.

complottoPiù che consigliarvi di procurarvelo (insieme a tutta l’opera di Roth che è qualcosa di meraviglioso) non posso fare. La cosa curiosa è che divorandolo mi sono imbattuta in questo …

ratziRatzi. L’affettuoso soprannome che tutti noi cari diamo al nostro amato Santo Patrigno.

La nota a fondo pagina da una spiegazione piuttosto efficace (no gli occhiali non sono di Ugly Betty. Sono i miei).

spiegazione ratziIo non ci ho messo niente di mio eh. Ha fatto tutto Philip. E il fato beffardo. o forse Dio. Chi può dirlo?

😀

(che dice la nota? Cliccate qui per scoprirlo)