S.O.S.

Sakineh va salvata e non c’è niente da dire.

Non si può morire in quel modo, né per quella ragione.

(non si può morire e basta)

Questa mobilitazione è sacrosanta e commovente. E sarà efficace spero.

Però vedete, ogni giorno migliaia di persone vengono condannate a morte in tantissimi paesi del mondo.

A loro chi ci pensa?

Nessuno.

Ed io so anche perché.

Olio bollente?

Quest’uomo si chiama Ronnie Lee Gardner e da 25 anni è rinchiuso nel braccio della morte di un carcere dello Utah.

La sua ora si avvicina così la sua importantissima scelta.

TicTacTicTac.

Come farsi accoppare?

Già perchè Ronnie è un fortunello. Infatti dal 2004 i condannati a morte dello Utah dovranno accontentarsi di crepare per mezzo di una barbosissima puntura di veleno, rapida e indolore dicono, mentre lui che è stato condannato prima di quella data potrà scegliere di morire in maniera creativa e un po’ amarcord se vi piace il genere.

Il plotone di esecuzione!

Minchia non scherziamo. Vuoi mettere? 5 uomini in divisa con il fucile puntato?  Il condannato al palo con le mani legate dietro la schiena? Il piazzale ampio e assolato? L’ultima sigaretta? Una camicia bianca aperta sul petto ed un pò svolazzante. Se chiudo gli occhi sono al Prado e guardo il 3 Maggio 1808.

Manca un cappello da cow boy e sarebbe tutto perfetto.

Solo la vita non è un film e alla fine sarà sangue vero a schizzare.

E le mani di noi tutti ne saranno lorde una volta ancora.


Dead Man Walking

nessuno tocchicaino

96          i paesi che l’hanno finalmente cancellata

49         quelli in cui è una pratica consueta

5.851   i giustiziati secondo i dati ufficiali

5.000  le esecuzioni effettuate in Cina

7.000   secondo i dati ufficiosi, sarebbero state effettuate SOLO in Cina

346         le esecuzioni in Iran

102         i decapitati in Arabia Saudita

11            i condannati a morte negli Stati Uniti d’America

Questo il rapporto ufficiale e annuale stilato dall’associazione “Nessuno Tocchi Caino”.

Ogni altro commento, considerando che siamo nell’anno domini 2009, è del tutto superfluo.