Mischia!

Ieri come la metà o quasi dei mie fortunati concittadini sono andata allo stadio a vedere la partita di Rugby Italia – Samoa.

(Questo può darvi una chiara idea del fatto che nella mia città non accada mai nulla di interessante).

Tralascerò i commenti sui giocatori, i cui addominali scolpiti si vedevano distintamente dalla tribuna e nonostante la maglietta, sul pubblico ascolano, che faceva finta di conoscere a menadito tutte le regole del rugby e le conosceva così bene che il mio vicino, durante una “meta” ha esclamato a tutta voce “touchdown” e non vi parlerò nemmeno della sparuta rappresentanza samoana che, collanedifiori munita, ha fatto un casino mai sentito.

Vi parlerò invece della mia mamma. Che conosce un solo sport. Il calcio. E con la quale, dopo la partita, ho avuto il presente dialogo.

M “ma che sei stata a vedere allo stadio?”

T “la partita di rugby”

M “ah! quello che si gioca con le mazze e dove tutti portano il cappellino!”

T “no mamma quello è il baseball!Questo è il rugby!”

M “ah capito, quello dove i ragazzi portano quei caschetti! C’è anche il telefilm e tu la notte quando segnano urli sempre!”

T “mannò mamma quello è il football!”

M ” e che indossano quelli che fanno rugby?”

T “niente mamma, sono grandi e grossi e basta”

M ” e giocano nudi? Non hanno una divisa?”

T “si, maglietta e pantaloncini!”

M “ah! come il calcio allora! Hanno anche la palla, no???!”

T ” see, vabbeh ciao”

(Io posto queste cose per le persone che continuano a ricordarmi che non sono normale. Datevi una risposta).

Per il resto oggi è domenica.

Tra poco esco. Ma prima voglio farvi ascoltare una canzonetta che ho sentito stanotte. E che ho cercato per tutta la notte e tutta la mattinata nel mio cervello. Perchè non riuscivo a ricordare il titolo. Ringraziando il settimo cielo, conosco tanti Shazam umani.

Uno di questi è Lorenzo che mi ha detto “basta chiedere”. E se ne è uscito con il titolo in tempo reale.

Battendo Shazam in un secondo e mezzo (ff prossimo anche per questo, dunque).

Thanks 😉 Buon ascolto e buona domenica belli :*

 

Annunci

Shazam i love you.

Shazam è la migliore applicazione dell’ iPhone.

Shazam non è solo un’applicazione. Shazam è magia. Io lo uso in continuazione. Per tenerci “schedate” le canzoni che amo. Per ricordarmi al volo quel titolo che hai sulla punta della lingua e che non viene fuori nemmeno a morire. Per scoprire cose che mi fanno impazzire e che ignoro esistano.

Parte la musica. Si preme un bottoncino. E dopo qualche secondo puff. Compaiono titolo della canzone e artista.

Ieri guardando House MD ho taggato questa. Che conoscevo ovviamente e che adoro 🙂

ed ho scoperto questa. Che non avevo mai sentito nominare e che mi fa impazzire

Poi non so come ho fatto. Ma ho cancellato tutti i vecchi tag. Non so come eh. Ma se mi conoscete un briciolo, sapete che io e le cose elettroniche ci amiamo e ci odiamo e ci facciamo i dispetti. Nella specie. Loro fanno le bizze.

Io le sbatto al muro, le lancio fuori dal balcone e dal finestrino della macchina.

True story eh.

😉

Vabbè si ricomincia da capo. Enjoy

:D ahahahahaha

A volte penso che tutta questa merda mi ucciderà.

Mac, pc, cellulare, iphone, facebook, twitter, blog e forum e telefilm e skype e msn.

BASTA.

Quasi quasi mollo tutto.

Poi, fortunatamente, gli amici, mi ricordano che c’è sempre qualcuno che sta messo peggio al mondo.

Guardate questo cosa combina, quando scopre che la mamma ha cancellato il suo account di World of Warcraft.

(ed io che pensavo di averla fatta grossa quando nascosi i vestiti preferiti di mia madre, e le svuotai una boccetta intera di shampoo nel lavandino, quella volta che dopo 6 ore di Tomb Raider, mentre giravo per la metropolitana di Londra facendo sbattere la testa di quella zoccola di Lara contro tutti i muri della stanza segreta, ammazzandola per odio, lei, stufa delle mie bestemmie e imprecazioni mi spense il Pc. Non avevo salvato.)

Grazie a Riccardo per la segnalazione (e per il furto) *____*