Say Cheese

(in realtà non c’è niente da ridere)

Dlindlon. Comunicazione di servizio.

Giovedì sera alle 21 guardate tutti Raiperunanotte. Dove? Seguite le istruzioni sul sito che vi ho linkato e lo scoprirete. Mamma Rai è una puttana purtroppo quindi ci si arrangia così.

Perché la censura è sempre una schifezza. E poi c’è anche lui.

Un branco di faziosi proprio come piace a me. Fate i bravi. Non si può cazzeggiare sempre.

“Si deve crescere prima o poi anche se non ci va” (cit)

Adesso Kafka (leggere i classici non ammazza lo sapevate?Anzi) e poi nanna.

Ma prima

Eh ah! auhauhauhauhauha

“There are a lot of ways to win in this world

Some battles are won with a heasty retreat.

Some victories are claimed by those swilling to cheat

Some opponents are defeated with nothing more than a smile

Of course for some, it’s not enough to win

Someone else … has got to lose”.

Azzeccagarbugli.

Pensavo sinceramente che dopo la bocciatura del Lodo Alfano, gli azzeccagarbugli del Premier si prendessero una pausa ed elaborassero una strategia migliore per evitare, al loro illustre cliente, i processi che come una spada di Damocle, pendono sulla sua testolina folta di capelli sintetici (vedi processo Mills e Mediaset).

Pensavo che fossero in grado di elaborare un testo di legge che lo salvasse ma che tentasse allo stesso tempo di salvare anche la faccia del nostro paese agli occhi dei suoi stessi cittadini e agli occhi del mondo intero.

Sbagliavo. Clamorosamente. Perchè il ddl sul processo breve è la più grande porcata giuridica che si sia mai vista in tutta la storia dell’Italia democratica e non.

E lo dico da laureata in giurisprudenza e avvocato ma soprattutto lo dico da cittadina italiana stanca di essere presa per il culo da omuncoli privi di morale, privi di dignità e privi di preparazione di base.

Vogliono farci credere che questa sia una riforma necessaria.

Vogliono farci credere che uno scippo sia più grave di una corruzione milionaria.

Vogliono farci credere che sia meno grave la posizione di un incensurato con sei prescrizioni farlocche alle spalle, piuttosto che un tizio che ha commesso un furto in un bar.

Vogliono far prescrivere migliaia di processi facendoci credere che sia necessario per la giustizia e lasciando con un pugno di mosche tutti coloro che sono stati rovinati da Cragnotti e Tanzi.

Ci stanno prendendo per il culo da sempre e siamo talmente abituati che ormai non ci facciamo nemmeno più caso, in un vortice di paurosa accettazione dell’incredibile che per noi italiani si è trasforma to miracolosamente e tristemente in normalità.

Aberrante normalità. Ma è l’Italia questa e non toglieteci il Grande Fratello e il Campionato di Calcio. E siamo imbambolati e ingannati ed siamo a posto così.

Oggi però, continuano a prenderci in giro in maniera che trovo personalmente vergognosa perchè mentono in maniera sfacciata.  Mentono spendo che solo il  popolino, può credere alle loro vergognose bugie. Ma è solo di quel popolo bue che hanno bisogno. E lo sfruttano, e lo usano e lo succhiano fino a prosciugarlo, lasciandolo rinsecchito e rosolato nell’ignoranza più becera.

Questa legge non deve passare perchè è anticotituzionale e ad personam.

Ma io non voglio che sia la Consulta a bloccarla. Io voglio che il Presidente della Repubblica si rifiuti di firmarla.

Voglio che lui, Garante della Costituzione, ci metta la faccia.

E salvi la nostra.

Una volta tanto.

Saluti.

Il neo ministro del turismo ci allieta con un democratico ed elegantissimo saluto romano.

E quando le fanno notare che si tratta di un gesto di cattivo gusto (oltre che vietato dalla legge) lei glissa affermando testualmente ” Fa ridere soffermarsi sull’angolazione del mio gomito”.

Ridi pure. A me viene da piangere perchè superata la frutta siamo all’ammazzacaffè.

(Dicheno dall’altra parte della strada ci fosse il papà della suddetta che stava facendo la stessa identica porcata! Che bella gente).

Se volete vomitare con il video completo, fate pure

Coerenza, questa sconosciuta.

Le ronde di cittadini armati e inferociti si, i tizi vestiti da fascisti su Marte pure, il Lodo Alfano anche.

Le intercettazioni che sono a monte di tutto questo però no.

In effetti scoprire come Mara Carfagna sia diventata ministro è stato abbastanza sconvolgente per tutti immagino.

Plauso al procuratore Caselli, un discorso davvero ineccepibile il suo. Lo potete ascoltare qui.

Per aderire alla campgana di raccolta firme contro questo scempio invece andate qui

(scusate se sul tag non mi sono potuta trattenere)