Sapessi che felicità.

“ma tu ci hai fatto caso che la gente che non riesce a cancellarti dalla propria vita ti cancella da Facebook e crede di aver risolto”?

“e tu ci hai mai fatto caso che IO HO SEMPRE RAGIONE???”

(si)

(Chiacchiere Skype delle ore 19 tra un ragazzo e una ragazza mentre gli stessi ascoltano la seguente canzone del Sig. Peveri Giuseppe, meglio conosciuto come Dente)

 

Annunci

Portami

Ci sono i buoni propositi e le ottime intenzioni.

Non fare quello, non dire quest’altro, non uscirtene così, non indossare quella maglietta, non bere quel bicchiere, non rispondere a quel messaggio, non ascoltare quella canzone, non leggere quella mail, non fare quel pensiero, spegni quel maledetto telefono, vai a dormire che è tardi.

Stai zitta.

C’è il buonsenso, tanto buonsenso.

Quello che ti fa fa riflettere, che ti districa i nodi nel cervello, che ti fa pensare a quello che è giusto e a quello che giusto non è poi tanto, quello che ti fa provare empatia, che tiene alto il vessillo dell’orgoglio, che ti sigilla le labbra e un po’ anche il cuore.

Poi ci sei tu.

E allora, ciao.

T.

 

 

Ailoviu

Mi hai chiesto se ti amo, ed io ti ho detto sì.

Tu non sai di avermelo chiesto ma io ti ho detto sì lo stesso perché ti conosco tanto da sapere che questa è una delle cose che il tuo cervello difettoso elabora di notte, nel buio della tua stanzetta.

Una delle cose, che poi sarei io.

Mi hai chiesto se ti amo mille volte e me lo hai chiesto in mille modi, con le parole, con gli occhi, con i baci, con i gesti. Io mille volte ti ho risposto, ho detto sì, ho detto no, ho detto non lo so, ho riso e chiuso gli occhi, ho pianto e li abbassati,  ho mentito la metà delle volte, perché la risposta in fondo, era sempre la stessa.

Mi sono chiesta un milione di volte se ti amo e per un milione di volte il mio cuore rispondeva “troppo” mentre il mio cervello si ostinava in un “non più”.

Mi hanno chiesto se ti amo.

Ho risposto di no.

T.

(dedicata ai miei stalker. Loro sanno)

Win

Non esiste un bel modo per dirlo.

Quindi non lo dirò.

Non è semplice.

Ci vuole del coraggio che ho, ovvio, ma che preferisco tenere al sicuro per altre occasioni.

Tanto ce ne saranno.

Non sfidarmi.

Sono stanca.

Ti farei vincere ma il prezzo della tua vittoria sarebbe il mio disprezzo.

E siamo già al livello di guardia.

 

Santa sia la musica (Perturbazione live al Concordia di San Benedetto del Tronto, 22.04.2011)

Concerto di Venerdì Santo.

Perturbazione davvero magnifici.

Una meraviglia.

Nonostante io come al solito abbia pescato la carta “imprevisti”.

E non avevo nessuna probabilità dalla mia parte.

E invece vedi, la gente ti stupisce. Sempre.

Vabbeh.

Scegliamo 3 canzoni per celebrare l’evento.

Questa la scelgo perché

Se non è vero che hai paura 
non è vero che ti senti solo 
non è vero che fa freddo 
allora perché tremi in questo agosto?” (aprile, maggio giugno luglio?)

Questa perché i sogni sono liberi sì, ma un fuoricampo capita una volta sola. E come ti giustifichi se è capitato a te? E quali regole ti dai? Giochi o non giochi?

Questa perché in fondo ne abbiamo bisogno tutti. Di fortuna certo. Ma anche di qualcuno che ci dica semplicemente “buongiorno”.

Grazie mille all’associazione Occhio per Orecchio che ci organizza sempre questi eventi qui ( e a Giulia che ci tiene sempre i biglietti, così sulla fiducia)

We love you guys ❤

Metti un giovedì

… uno come tanti.

Uno che domani si lavora e poi è venerdì sera.

Uno che non sai cosa farai.

Poi per fortuna sei circondata da pazzi. Pazzi che ti assecondano. E un giovedì come tanti si trasforma in un giovedì figo. Perché dopo 8 mesi te ne vai ad un concerto di Dente. E ovviamente ci torni con gli stessi pazzi.

Sono così felice che mi viene voglia di ballare.

Un po’ come lei.

Di cui tutti si innamorano. Un bel po’.

Forse perché è una di quelle tizie (fortunate) che restano. Una di quelle che ti vien sempre voglia di guardarle un’altra volta. Ancora un po’.

Io però non ho l’età per mettermi a ballare in mezzo alla stanza. Nè il fisico. La musica sì però.

Quella ce l’ho.

E se non sbaglio dovrebbe essere questa.

Precipitevolissimevolmente

Sapete tutti che amo molto Dente e le sue canzoni.

(Nelle ultime settimane e grazie alla gentilezza di Francesco e di Dente stesso ho abusato di “Anice in bocca” e credo dovreste farlo tutti).

Qualche giorno fa è uscita “Precipitevolissimevolmente” in collaborazione  con “Il Genio” (avete presente Pop Porno? Ecco).

L’avevo già postata su Twitter e Facebook ma come dire, gli status passano e il blog resta.

La canzone è uno spasso e ha tutte le carte in regola per diventare il tormentone di questa estate bollente 🙂

Buon ascolto 🙂

Ah! Stasera andrò al concerto di Giorgio Canali. Dopo molti ascolti e riflessioni di vario genere ho eletto questa come mia canzone preferita.

Di più.

Mai

si può sapere come mai

sai, pensavo di essere di più

così non sono venuta

ma si può sapere come fai?

mi puoi spiegare come fai a difenderti?

(mai, pensavo di essere di più, pensavo di essere di più, così non sono venuta)

Ti sei mai chiesto se era utile farmi del male?

E’ facile.

(e’ facile è facile)