Damages Season Finale (e robetta varia)

No tranqui nessuna recensione 🙂

Quelle le trovate su www.ifighi.net (andate a sbirciare True Blood se non lo avete ancora fatto! Filare!) e a pieno ritmo a settembre/ottobre con la Grande Ripresa 🙂

Era solo per dire che ho finito anche la seconda serie di Damages e ovviamente sono a bocca aperta!

Comunque rettifico il “guardatelo tutti”.

Ci vuole intelligenza, attenzione, intuito e spirito di osservazione per goderselo fino in fondo. Alzi la mano chi in questo momento ha pensato “e tu allora cosa lo guardi a fare?”.

Comunque alla fine della puntata c’è una canzone di Jam.

Come tutti voi sapete non il mio genere ma sta canzone mi piace e ci sta tutta in quel momento 🙂

Buon ascolto.

(devo assolutamente trovare un libro da leggere!Ieri ho finto Gabriella e vado avanti con Spoon River ma son già in astinenza da romanzo. Quasi quasi mi pappo un bel classicone cosa che non faccio da Germinal.  Quasi un mese. Troppo!

Quindi direi, andata per “I misteri di Parigi”.

Amo i francesi. Ma solo quando scrivono classici 🙂

Baci a tutti vi voglio bene (se la cosa è reciproca).

Annunci

Cose belle prima di andare a nanna.

Oh sono ufficialmente e totalmente sconvolta.

Ho visto la Season Finale della prima serie di Damages è la mia faccia è un oh My God perfetto.

Non ci sono parole per definire questo serial se non “incredibile”.

Guardatela perchè qui il più pulito ha la rogna.

Guardatelo perchè fino all’ultimo secondo non sai chi è il buono e chi il cattivo, chi manipola chi, chi ha torto e chi ragione, chi devi amare e chi odiare, chi sono i nemici e chi gli amici.

Guardatelo se vi piacciono i gialli/ thriller.

Guardatelo perchè Glenn Close è talmente strepitosa da essere commovente.

Guardatelo perchè finisce in maniera sublime e c’è la seconda stagione bella e pronta.

In confronto a questo capolavoro di perfezione, thriller perfetto senza una sbavatura, in grado di tenerti teso come una corda di violino FINO ALL’ULTIMO SECONDO DELL’ULTIMA SCENA, Harpers’Island, da me tanto osannato, sembra raccontare la storia di Qui, Quo e Qua che a capo delle giovani marmotte, si recano sull’isola al largo di Paperopoli   per campeggiare e subiscono un’imboscata della Banda Bassotti e pestati con i martelli di gommapiuma di carnevale.

Fatevi un favore. Guardatelo tutti. Davvero mi ringrazierete commossi. Mi amerete 🙂

Vi metto la sigla (inquietante) e per intero la canzone (stupenda) che la accompagna. Si intitola “When i am Throught With You” ed è dei “The VLA” (Grazie a Max per avermela trovata in tre secondi e mezzo)

Ho visto il trailer di Alice in the Wonderland. Amo Tim Burton e adoro Johnny Depp: dunque questo film mi fa impazzire di default. Sulla fiducia. E non vedo letteralmente l’ora di gustarmelo sul grande schermo 🙂 (ovviamente amo anche Alice. Perchè ho letto il libro, anzi entrambi i libri. Se non lo avete fatto … rimediate. C’è sempre tempo per essere un pò bambini 😀 )

Enjoy

L’apparenza inganna.

damages

Ed io mi sono fatta fregare.

Perchè Damages sembra un legal drama.

Invece sta al genere come Battlestar Galactica sta alla fantascienza e Friday Night Lights ad un teen drama.

Ovvero nemmeno un pò 🙂

Sorprendentemente odio i telefilm e i libri legati alla legge.

Odiosi avvocati milionari e senza alcuno scrupolo che inguainati nei loro gessati da duemila dollari, mi fanno sentire un povero e sfigato avvocato di campagna. Li evito come la peste. Ma davanti ad amici di grosso calibro e di gran gusto telefilmico che mi hanno praticamente implorata di guardare Damages, non ho potuto esimermi.

Come sempre avevano ragione loro perchè quello che ho visto è impressionante.

Che dire. Un pilot perfetto che miscela sapientemente suspance e tensione e incertezze. Che spiazza e sorprende. E che fa anche arrabbiare. Attori meravigliosi. Una Glenn Close più cattiva di Crudelia Demon. Forse. E un agnellino scaraventato nella fossa dei leoni.

Insomma, assolutamente da guardare.

Se volete una panoramica sulla serie scritta da un pezzo da novanta, cliccate qui. E’ assolutamente spoiler free quindi state tranquilli.

(E ascoltatevi questa che è la canzone con cui si chiude l’episodio. Mica cazzi)