Di notte.

Di notte dormo e a volte non riesco.

Di notte salgono i pensieri. E mi affollano.

Di notte cresce la marea. E il ricordo.

Di notte mediti vendetta di colore verde acido.

Di notte guardi quella luna. Quella stessa della finestra piccola.

Di notte al buio ricordi silenzi densi.

Di notte mi aspetti.

Di notte duemila sigarette e facciamo l’alba.

Di notte cosa ci succede.

Di notte spegni i Beatles e ascolti sorrisi.

Di notte ho fame.

Di notte teste impazzite e girandole.

Di notte riflettici.

Di notte senza riuscire a staccarsi.

Di notte è inevitabile.

Di notte parole sparpagliate e ce ne stiamo qui senza fare niente.

Di notte capelli sparsi sul cuscino intrecciati alle tue dita.

Di notte carte fisiche e distanze calcolate.

Di notte alcolici ghiacciati.

Di notte film visti a metà.

Di notte musica a caso.

Di notte insetti enormi che sbucano. Ma chi se ne frega.

Di notte è più facile scrivere, pensare, ragionare.

Di notte è tutto vero.

Di notte parlo. E ascolto ciò che non vorrei.

Di notte ti sveglio mentre dormi e non mi sai dire di no.

Di notte sospiri.

Di notte quasi casco dal letto.

Di notte farfalle gialle dentro la pancia.

Di notte parole scarabocchiate.

Di notte cosa facciamo adesso.

Di notte respiri all’unisono.

Di notte quel coraggio che i codardi chiamano incoscienza.

Di notte fuoco e ghiaccio.

Di notte vattene via o forse resta.

Di notte scarpe in mano e forcine sparse e pezzi dimenticati.

Di notte io e te e un lago di stelle.

Di notte basta.

Stanotte. Noi. Ognuno al suo posto. Sbagliato.

(grazie S. Accetta il mio consiglio anche se io ho sbagliato)

(e adesso The Beatles perché stanotte ho sorriso anche troppo)


Annunci

3 pensieri su “Di notte.

  1. Scrittura sempre ermetica eh 🙂
    Incomprensibili, ai più, i singoli e dettagliati riferimenti.
    Io, nel dubbio, sento l’Amore affiorare dietro queste parole. Bello…
    Buon Natale cara Marissa!

    • Tanti auguri anche a te.
      Ermetica certo 🙂
      Come insegna il buon Eco “scrivi di quello che sai e di quello che conosci”. Poi magari non parlo di me, ma scrivo io quindi un pochino forse sì 🙂

  2. Cose in fondo un racconto se non la vera storia dellanima che nasce dal conflitto interiore di fronte a una sconvolgente verita o di fronte a una tremenda menzogna?La verita forse non e che una Dio non si puo argomentare cosi come il mistero di quella notte la resurrezione non si puo spiegare a parole. Quello che accadde la notte dei tempi se potesse essere raccontato nelle pagine di un libro perderebbe il valore che ha.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...