Cose che ti segnano.

Da più di venti anni non mangio carne di coniglio.

Non è amore per gli animali nè bontà d’animo perchè per porci, agnelli, manzi e polli non ho alcun tipo di pietà. Li sbrano.

Il maiale in ogni forma, essendo una sostenitrice accanita del detto “del porco non si butta via niente”! (salsiccia cruda gnammi).

La mia bistecca alta sette dita deve fare muuuuuuuuuu e sanguinare un sacco mentre la taglio. Per poi fare la scarpetta con il sangue (strano che la mia fobia in questo caso non  mi provochi nessuna vertigine. Solo un orgasmo alimentare) e se ben fatto il pollo con le patatine è una roba paranormale. Specialmente quando lo mangi in un locale folle, a Brescia, dove le posate NON ESISTONO.

Ma il coniglio no.

Perchè?

Perchè da piccola io avevo un coniglietto. In realtà era dei miei zii che lo allevavano insieme a tanti fratellini, nella nostra casa di campagna.

Lo avevo chiamato Klinn, come l’animale di Candy Candy che non si è mai capito che bestia fosse, nonostante gli inummerevoli sforzi. Credo che la sua sfiga immane derivasse anche dal nome eh. Candy porta più sfiga di un gatto nero attaccato alle palle, si sa e il suo animale non doveva essere da meno. Brutto, sfigato ed in preda a crisi di identità. Yeah).

Klinn l’ho visto nascere. Una pallottola di pelo bianca e nera. Klinn mangiava dalla mia mano. Aveva un campanellino su un orecchio. Io il coniglio lo mangiavo all’epoca e con gran gusto devo dire, ma la mia testa (eh beh i primi sintomi della mia pazzia sono comparsi in giovane età, cosa pensavate) non collegava le due cose. I conigli erano bestie da mangiare. Klinn non era commestibile. Ovvio.

Finita l’estate sono tornata in città. Separazione straziante.

Immaginate la mia voglia di rivedere Klinn, quando per il classico ponte dei morti, sono tornata alla casa in campagna. Pranzo con i parenti riuniti. C’è un coniglio ripieno mondiale. Ancora me lo ricordo. Eggià. E’ stato l’ultimo.

Dopo pranzo io e i miei cugini facciamo una passeggiata. Corro subito alla conigliera per cercare Klinn. La sua gabbia è vuota.

Io ovviamente, ignara di essere ad un passo dalla perdita della fiducia nelle persone, chiedo

” ma Klinn? Dov’è?”

Mio cugino, perfido, di 4 anni più grande

“come dov’è Klinn? Te lo sei mangiata a pranzo Klinn. L’hai ucciso”!

Io sono rimasta senza parole per un’ora. Che per me credo sia tipo il record del mondo. Poi ho cominciato a piangere. E a vomitare. E da quel giorno non ho mai, mai, mai più toccato carne di coniglio.

Mai più.

Ora, in tutta franchezza, cominciate a capire il perchè di tante cose.

Vero?

Si sono anche caduta dal seggiolone. Ma non è solo quello. E’ tutto quello che mi è capitato dopo!  ;(

(Questo articolo è dedicato a Vanessa e a Camilla. Ma soprattutto a Camilla :D)

Annunci

3 pensieri su “Cose che ti segnano.

  1. Un po’, forse, capisco. Mio nonno aveva un maiale da ingrasso, che chiamava Gnèf. E ci parlava e gli dava da mangiare.
    Poi é arrivato il momento di Gnèf, e mio nonno “ha smesso il maiale”. Poi s’é messo a fare i tagli e le salsicce, i ciccioli e lo strutto. E mangiava mentre piangeva.
    Mangiava e piangeva, piangeva e mangiava.
    Come vedi, noi in famiglia Gnèf ce lo ricordiamo ancora (nessuno dica “com’era buono”, per favore, é troppo facile),
    e ti giuro che é tutto vero.
    Magari adesso Klinn e Gnéf sono amici, come noi.

  2. una mia compagna di scuola mi racconto la stessissima storia con protagonista il coniglietto che adorava quando viveva con i nonni… ma il trauma fu ancora più forte.
    Lei non lo scoprì a parole, un giorno mentre apriva la finestra sul cortile ha beccato un parente intento nella fase di uccisione della bestiola, il suo trauma la portò praticamente alla tua stessa conclusione la domenica seguente, quando trovò sulla tavola una ricetta a base di coniglio…….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...