Mai dire Lost.

ff

NO SPOILER SULLA SEASON PREMIERE DI FLASHFORWARD.

Cominciamo con le brutte notizie.

Flashforward non è Lost.

Per carità. E’ un bel telefilm, con effetti speciali fatti bene e un protagonista che sa il fattio suo. La storia è originale e promette spunti interessanti. E se non fosse stato per la lagna sempieterna di ailoviupeni di Desmondiana memoria avrei dato anche un otto pieno.

Ma le vibrazioni sono assolutamente diverse. Non ho provato quello che sento ogni volta che so di avvicinarmi ad un capolavoro che amerò e che mi farà piangere e incazzare e colare sangue dalle orecchie. Non ho quella voglia matta di vedere il prossimo episodio. Non ho l’ansia dell’attesa, nè l’angoscia che mi rimane dentro, nè sto tempestando di sms Riccardo dicendogli “guardalaguardalaguardala dobbiamo parlarne”.

Quindi capirete tutti che c’è qualcosa che non va.

La colpa è forse dell’apatica accettazione dei fatti da parte dei protagonisti? Del cliffangher che mia nonna, che pensa che la Sig.ra in Giallo sia l’esempio più alto di serial tv mai creato, avrebbe sgamato in 3 secondi? O forse la colpa è solo mia perchè sono una spocchiosa radical chic dei telefilm? 😀

DA QUI SPOILER SULLA SEASON PREMIERE.

Lo spunto come dicevo è interessante. Come lo sarà la lotta tra libero arbitrio e il fato.

Nello stesso momento in tutto il mondo le persone svengono e rimangono svenute per 2 minuti e 17 secondi. Il loro sonno però è popolato di sogni o meglio di visioni del loro futuro.

Che accadrà il 29 Aprile 2010 alle 22 ora di LA?

Non ci è dato sapere. Ma ci è dato ricostruire. Un puzzle di FF dovrà faticosamente essere composto per svelare il mistero. Chi è stato a fare questo alla razza umana? E perchè? Cosa faranno gli uomini che vogliono che il loro FF si avveri? E cosa dovranno fare quelli che vogliono un futuro diverso da quello visto? Come si cambia il destino?

Facendo qualcosa? O non facendo nulla? E se il fare qualcosa scatenasse il futuro non voluto?

Sono interrogativi eterni.

Se tutto è scritto qualsiasi cosa faremo , ciò che è scritto accadrà.

Se nulla è scritto il futuro può essere cambiato ma il rischio paradosso incombe nell’angolo.

Chi vivrà, vedrà.

(Cartellone fotografato nell’ Upper East Side. Per chi può capirlo xo xo)

Annunci

2 pensieri su “Mai dire Lost.

  1. Beh si tratta sicuramente di un Tf che ha dei margini di miglioramento pazzeschi. E che magari tra un mese mi farà davvero impazzire. E cmq 8 è un voto meraviglioso eh 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...