Eccessi.

Tutti noi conosciamo l’allucinante storia di Federico Aldrovandi.

La morte, l’assurdo e italiano tentativo di nascondere una verità aberrante, la scoperta di nuove prove grazie al blog messo su da una mamma addolorata e battagliera, una lunga lotta ed infine la sentenza.

3 anni e sei mesi.

Giubilo e contentezza in aula. Una verità a lungo nascosta finalmente svelata. Giustizia fatta.

No. Dio. No

Io non vedo un eccesso colposo quando osservo il corpo straziato di Federico.  Non riesco a vedere un legittimo intervento di contenimento per persone fuori controllo in quegli occhi pesti. Non può esserci, come affermano gli esimii colleghi della difesa, nessun rispetto delle regole in quella testa spaccata.

Una volta ho preso una manganellata su un ginocchio. Vi assicuro che fa male. E che spezzare un manganello vuol dire rompere il bersaglio. Ridurlo in poltiglia.

“Modus operandi” legittimo per persone fuori controllo? Forse nel Cile di Pinochet. E fuori controllo, o meglio fuori di testa completamente, sono andati gli autori di questa azione criminale che nel mio tribunale familiare ove sono accusa, difesa,  giudice e parte civile, ha un solo nome.

Che è omicidio.

Poi oh. Nessuno sa di cosa sia morto Federico. Ma le  foto sono pubbliche, giudicate voi.

federico

(in realtà quello che mi fa tristezza è che eravamo tutti così proiettati verso l’assoluzione che una condanna assolutamente insufficiente e un capo di imputazione sbagliato ci rendono felici. Viva l’Italia. Dioqualcosa)

Annunci

3 pensieri su “Eccessi.

  1. Ecco appunto.
    Tu che ste cose le sai.
    Non è una sentenza scandalosa?
    Cioè..L’HANNO AMMAZZATO DI BOTTE!
    Mi sa che è l’effetto sentenza-scuola-diaz che ci fa “gioire” per una, seppur lieve, condanna.

  2. La sentenza non è scandalosa perchè la pena applicata è quasi quella massima per QUEL tipo di reato, contestato nel capo di imputazione.
    E’ proprio quest ultimo ad essere errato. Non è omicidio colposo. E’ preterintenzionale al mille per mille. Basta leggere il codice penale.

  3. Pingback: Tutti gli sbirri sono paese « Smetto quando voglio Marissa 1331

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...